Autosport Service SRL

 
/contents/instance5/files/photo/
 
 

Mauro Argenti

Nome: Mauro
Cognome: Argenti
Data di nascita: 6 novembre 1948
Città di residenza:  Bologna
Stato: Italia
La mia auto: Audi A6 Avant
La mia moto: BMW R 100 G/S Paris Dakar

News

14/10/2019 - Due Valli Classic: soddisfazione a metà per Argenti-Amorosa
La nota positiva: un secondo posto assoluto che non può che essere sottoscritto con gioia dalla coppia bolognese. Quella negativa è invece una vittoria persa a causa della maleducazione e della mancanza di sportività del concorrente che li precedeva nell’ordine di partenza. La gara infatti si è decisa nella PS 5, dove il tempo troppo stretto ha di fatto premiato chi è andato più veloce. In pratica un solo equipaggio è riuscito a percorrere quegli 8 chilometri nel tempo imposto: i vincitori della gara. Argenti invece dopo 4 chilometri di prova ha raggiunto il concorrente partito un minuto prima di lui, che per i restanti quattro non lo ha fatto passare, malgrado la prova si svolgesse di notte e quindi i fari di Argenti fossero ben visibili. Risultato: 23 secondi di ritardo quando la coppia bolognese sulla loro Porsche sarebbe certamente arrivata con un buon anticipo a fine prova. Alla fine le scuse del pilota colpevole di non aver dato strada e il pianto della sua navigatrice che si è scusata in ogni modo, che però non hanno certo reso a Mauro e Roberta quanto è stato loro tolto. Peccato, perché mai vittoria sarebbe stata più facile di questa.

 

29/07/2019 - RAAB Classic: gara da dimenticare per Argenti-Amorosa
Dopo la vittoria assoluta nella edizione dello scorso anno, le aspettative per Mauro e Roberta erano di un piazzamento sul podio nella gara “di casa”, ma le cose non sono andate esattamente così… Già nelle tre prove notturne del venerdì (partenza da Castiglione dei Pepoli alle 22,30 e rientro alle 2,30 di notte) la prestazione era davvero sotto tono, tanto che a fine tappa la classifica presentava un deludente 7° posto. Nelle restanti sei prove del sabato, tutte corse di giorno, prestazioni sempre altalenanti, ma lontane dal loro standard abituale, consentivano alla coppia bolognese al volante della loro Porsche 91 T 2.2 del 1969 di concludere in 5° posizione nella classifica generale. Risultato non certo brillante, che ha fatto perdere la prima posizione nel Trofeo Tre Regioni 2019: dopo questa quarta gara infatti sale al comando la coppia Turri-Moscato su Fiat 128 vincitori in questa occasione. In seconda posizione, ad un soffio dai primi, un rientrante Giordano Mozzi navigato per l’occasione da Garavello, su Opel Kadett GTE del 1978. Tutto quindi ancora da giocare nelle restanti due gare del Trofeo: il Modena Classic in Settembre e il Due Valli a Verona a metà ottobre.

 

02/07/2019 - Grande condivisione per Argenti Luigi alla Vernasca Silver Flag
Entusiasmo, condivisione e anche un po’ di commozione per la partecipazione di Luigi Argenti in veste di pilota alla Vernasca Silver Flag. Con il figlio Mauro a fargli da “navigatore”, il 92 enne Luigi ha dimostrato che la testa è una cosa formidabile e può aiutare a fare a qualsiasi età cose uniche e indimenticabili. Ha condotto la difficile Opel GT Gr. 4 con prudenza, ma anche senza esitazioni lungo le due salite del sabato dando il meglio di sé nella parte alta del percorso, dove la strada si fa più guidata e le curve si susseguono senza soluzione di continuità. Quando Luigi Argenti si è presentato sulla linea di partenza e lo speaker ha informato i tantissimi spettatori che il pilota che stava partendo aveva 92 anni, vi è stato un vero boato di applausi. Momento davvero bellissimo.

 

28/06/2019 - Alla Vernasca Silver Flag Mauro Argenti “naviga” il padre 92 enne
Sarà un fine settimana di grande gioia familiare per Mauro Argenti e il padre Luigi. Per la seconda volta (lo fecero anche lo scorso anno) la coppia sarà al via della rievocazione non competitiva piacentina, dove 220 vetture da corsa, tutte costruite entro il 1972, saranno al via delle tre salite tra un pubblico appassionato e competente. Luigi Argenti, che ha gareggiato alla fine degli anni 50 prevalentemente su vetture Abarth, guiderà la Opel GT gruppo 4 che partecipò al Giro d’Italia automobilistico nel 1973 e 1974 nelle due salite del sabato. Mauro sarà al suo fianco in vettura, e tutta la famiglia sarà presente per condividere questo bellissimo momento. Due le salite il sabato (alle 11 e alle 15,30) e una la domenica alle 10,30 con partenza da Castell’Arquato e arrivo a Vernasca.

 

17/06/2019 - Coppa della Collina: Mauro Argenti ottiene la priorità
Al termine della gara pistoiese, valida come sesta prova del Campionato Italiano di regolarità classica, la classifica non è certo premiante per Mauro Argenti, che termina al 29° posto assoluto su circa 70 partenti. Ma non era il risultato della gara in se ad interessare, quanto invece il mantenimento dello status di pilota prioritario, che consente di partire tra i primi in quasi tutte le gare di regolarità italiane. Mauro aveva valutato che arrivare in gara tra i primi 30 assoluti gli avrebbe consentito di restare “Driver A”, e cioè di mantenere la attuale priorità anche per il 2020. Traguardo ottenuto con soddisfazione, anche se definirsi soddisfatti dopo una gara dove si giunge 29° è un po’ una contraddizione nei termini. Comunque questo era lo scopo che ha portato Mauro e Roberta a Pistoia, e averlo raggiunto è quanto si cercava. Ora una settimana di pausa, poi al via della più importante manifestazione non competitiva per auto storiche con un passato in gare dell’epoca: la Vernasca Silver Flag, dove Mauro avrà la gioia di navigare il padre Luigi novantaduenne sulla Opel GT 1.9 Gruppo 4 che nel 1973 e 1974 partecipò al Giro d’Italia automobilistico.

 

13/06/2019 - Coppa della Collina storica: altra gara tutta “in salita” per Argenti-Amorosa
Circa 80 iscritti, 195 chilometri di gara tutti sabato 15 Giugno con partenza e arrivo a Pistoia, 60 prove di classifica, ma soprattutto validità quale 6° prova del Campionato Italiano di regolarità auto storiche. Mauro e Roberta saranno al via di questa gara, tipologia nella quale certo non eccellono, con la loro Porsche 911 T del 1969 unicamente per cercare il terzo risultato utile ai fini di ottenere lo “status” di piloti prioritari della regolarità, grazie al quale poter partire tra i primi nelle gare del prossimo anno. Un piazzamento nei primi 30 sarebbe probabilmente sufficiente, ed è esattamente ciò che i due cercheranno: nessun volo pindarico, ma cercare di portare al termine una gara dignitosa, dove le prime 20 posizioni saranno già per certo occupate dai “professionisti” di tale disciplina, così diversa dalla regolarità Sport nella quale la coppia sta ottenendo risultati di prestigio (vittoria assoluta al recente Campagnolo, e due terzi posti al Lessinia e al Valsugana).

 

02/06/2019 - Grande vittoria assoluta per Argenti-Amorosa al Campagnolo di Regolarità Sport
Mauro e Roberta concedono il bis al Campagnolo: dopo la vittoria assoluta del 2018 salgono sul gradino più alto del podio anche quest’anno, dopo una gara durissima e vinta solo al termine dell’ultima prova speciale. Ma andiamo con ordine. Partenza da Vicenza alle 23,30 di venerdì per il prologo con la temuta prova di Torreselle, dove migliaia di spettatori non consentono il rispetto degli orari e la prova può così iniziare solo ben dopo la mezzanotte. Solita partenza a rilento per Argenti, che con una prova mediocre va al riposo notturno occupando la nona posizione assoluta. La gara riparte il sabato mattina per la lunga tappa di 300 chilometri con otto prove di classifica. La coppia bolognese, sempre magnificamente assecondata dalla loro Porsche perfettamente preparata dall’Autorlando di Pedrengo, inizia una costante rimonta che li vede portarsi in terza posizione assoluta fino alla terza prova, per poi scendere in quinta e risalire fino alla seconda assoluta alla partenza dell’ultima e decisiva prova di Santa Caterina, che si svolge alla luce dei fari, con partenza alle 21. Ed è qui che con una prestazione impeccabile, ma favoriti anche da qualche errore di chi li precedeva, Mauro e Roberta salgono in prima posizione che conservano naturalmente fino all’arrivo a Isola Vicentina, per prendersi i meritati applausi. Conquistare la testa della gara quando mancava una sola prova al termine era ormai un sogno. Ancora una volta ha avuto però ragione Mauro, il cui credo in gara è di non mollare mai, anche quando i giochi sembrano già fatti. Queste le sue parole sul palco di arrivo: “vincere il Campagnolo, una delle gare di regolarità sport più dure, è molto difficile: bissare ad un anno di distanza il successo assoluto è qualcosa di davvero speciale”.

 

29/05/2019 - Anche Argenti-Amorosa al Campagnolo dei record
200 vetture iscritte tra rally e regolarità sono un numero impressionante, mai raggiunto fino ad ora da una manifestazione di questo tipo. Oltre 150 iscritti nel rally, tra i quali 28 A112 che prenderanno parte al Trofeo loro riservato e una cinquantina di vetture nella Regolarità Sport, valida come terza prova del Trofeo Tre Regioni. La gara prenderà il via come sempre dalla piazza principale di Vicenza a partire dalle ore 20 di venerdì 31 Maggio, per concludersi a tarda notte dopo la classica e iconica prova speciale delle Torreselle, al cospetto di tanto pubblico che sarà a bordo strada per apprezzare i “traversi” dei concorrenti. Si ripartirà poi il sabato mattina alle 8, dopo il riordino notturno di Isola Vicentina, per una non stop fino alle 20 che si concluderà nella cittadina veneta dopo 318 chilometri di gara e 9 prove speciali di classifica. Mauro Argenti, con alle note Roberta Amorosa, sulla loro Porsche 911 T del 1969 faranno del loro meglio per ripetere lo splendido risultato dell’edizione del 2018, dove chiusero in prima posizione assoluta. Compito ovviamente molto, molto difficile, dato il parterre di partenti e vetture di alto livello e le tante difficoltà di una gara che non darà respiro ai concorrenti.

 

/contents/instance5/files/photo/
 

I miei video preferiti:

RALLY MONTE-CARLO PS.10 TURINI
Ingrandisci

RALLY MONTE-CARLO PS.8 COL DE GAUDISSART
Ingrandisci

CAPRINO SPIAZZI 2008 M.ARGENTI PORSCHE 964 RS
Ingrandisci